Poesia: Vorrei gridarlo al mondo

Qualcosa dentro che mi strugge,
la rabbia vuole uscire, 
travolgere ogni cosa. 
Ciò che mi prende, 
mi sveste e mi riveste. 
Che cosa mi succede? 
Perché mi trovo qui? 
Vorrei gridarlo al mondo la rabbia che c’è in me, 
forte e possente sfugge e non so più tenerla, 
invade anche me. 
Dov’è che ho sbagliato? 
Dov’è che ho perso me?
Il tempo è passato o forse non lo è. 
E’ tutto una bugia piena di colori,
emozioni e illusioni.
Ma io che cosa sono?
Nessuno me lo dice,
se guardo sono tutto,
se sento sono tutto, 
a allora cosa sono? 
Vorrei gridarlo al mondo son niente o sono tutto?
Lo sguardo sfugge fuori, 
qualcosa suona in me ma allora cosa sono? 
Vorrei gridarlo al mondo,
sono tutto o sono niente? 
E chi svela l’arcano? 
Mi son dimenticata Esisto o non esisto?
Vorrei scappare ma non posso, 
vorrei morire e io muoio,
vorrei vivere e io vivo…
ma allora cosa sono?
Vorrei gridarlo al mondo, 
sono tutto o sono niente?
E la risposta arriva,
forte e pungente: 
sei tutto e sei niente! 

Fiorella Rustici

Lascia un commento