AMMETTERE GLI ERRORI

Domanda:
 C’è una giovane collega, nuova dell’ufficio, con la quale non riesco a comunicare come vorrei. E’ una brava ragazza ma si giustifica in continuazione, arrampicandosi sui vetri quando le faccio notare gli errori che a volte commette, e cerca sempre di trovare una “valida ragione” per i proprio sbagli. Di fatto non ammette mai apertamente di poter fare meglio anche quando l’errore è palese. Come posso fare per risolvere il problema e migliorare la comunicazione con lei?

Franca, Bologna

Risposta:
Prima di tutto ti consiglio di vedere se puoi migliorare qualche cosa nel tuo modo di porti: forse la metti in soggezione col tuo comportamento o c’è qualcuno in ufficio verso il quale non si sente a proprio agio, così la paura di essere ripresa la porta a cercare di difendersi con delle giustificazioni. E’ possibile che la tua collega abbia avuto qualche brutta esperienza a questo riguardo, o che il suo sia un atteggiamento ereditato da qualche familiare che lei non si rende conto di riprodurre. Se siete in buoni rapporti potresti provare a chiederglielo: le sarebbe utile  per rendersi conto di questo automatismo inconscio. Prova poi anche ad osservare se è un meccanismo di difesa che usi o hai usato anche tu e, in caso affermativo, prova a guardare che cosa volevi nascondere quando lo utilizzavi: migliorare te stessa ti consentirà di guardare serenamente negli occhi la tua collega senza la paura di vedere in lei un difetto che hai anche tu. Fatto questo dovresti cercare dispiegare alla tua collega che ammettere un errore, ossia una nostra mancanza, ci da fastidio nell’attimo in cui lo facciamo ma ci dà tanto sollievo dopo, in quanto ci saremo scaricati di dosso il peso di doverlo nascondere. Non ammetterlo ci tiene legati a quell’errore e non ci permette di capire perché lo abbiamo fatto, quindi come evitarlo in futuro. La nostra illusione è di averlo cancellato nascondendolo, ma in realtà ci creiamo i presupposti per ripeterlo ancora. Le energie che potremmo utilizzare per migliorare le sacrifichiamo per illuderci che non abbiamo sbagliato… e intanto peggioriamo sempre di più! Che triste presa in giro.

Fiorella Rustici

Comments are closed.

In questo sito Web utilizziamo strumenti nostri e di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul vostro dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (technical cookies), per generare report di navigazione (statistics cookies) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (profiling cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore Cookie policy